23 Luglio 2022

EDIZIONE UNO

SFIDA CICLISTICA UNICA NEL SUO GENERE

NE GARA – NE TEMPO – NE CLASSIFICA

Partenza all’alba (ore 6:00) Milano Piazza del Duomo

Due Percorsi:

MARATHON “Cima Coppi” con arrivo al Passo dello Stelvio,  230 km. e 3400 metri di dislivello.

MARATHON con arrivo a Bormio,  km 208 e 1.850 metri di dislivello 

Dall’alba al tramonto a ritmo di pedalata libera per raggiungere a 2.760 m s.l.m. la Cima Coppi più famosa al mondo oppure la nota località di Bormio, una sfida bella, affascinante, molto impegnativa ma non impossibile.

Ideata per chi si entusiasma nella sfida su lunga distanza: vi lascerà con un senso di realizzazione senza precedenti per entrare per sempre nell’Olimpo del ciclismo e nel relativo ALBO D’ORO e ricevere la gloriosa medaglia di FINISHER.

–INDIVIDUALE. Si porta a termine da soli il percorso scelto con la bicicletta muscolare.

A STAFFETTA “SPIRITO DI SQUADRA”: ogni squadra dovrà essere composta da 3 elementi maggiorenni di cui almeno una DONNA e con il supporto di un’auto al seguito, guidata a turno da uno dei componenti la squadra, tutti i componenti della squadra dovranno percorrere la loro frazione di percorso con bicicletta muscolare.

-A STAFFETTA “E-BIKE SPIRITO DI SQUADRA”: ogni squadra dovrà essere composta da 3 elementi maggiorenni di cui almeno una DONNA e con il supporto di un’auto al seguito, guidata a turno da uno dei componenti la squadra. Tutti i tre componenti o due o uno solo potranno percorrere la loro frazione di   percorso anche con bicicletta assistita.

La solidarietà tra i partecipanti deve essere massima: se vedi qualcuno in difficoltà fermati ad aiutarlo, non c’è fretta di terminare, non essendoci una classifica, non rischi di arrivare ultimo, saremo tutti primi!

Il partecipante non deve arrivare prima degli altri, non deve superare a ogni costo chi lo precede: deve solo essere determinato ad arrivare lassù, al Passo dello Stelvio, con la forza delle sue gambe e della sua mente. Attraversa un territorio ricco di storia e di cultura, Alessandro Manzoni lo osserverà, all’alba, dal “Resegun” e lo accompagnerà sul magnifico lungolago che si colorerà man mano con il sorgere del sole. Per 100 km, quasi la metà dell’intero percorso, si pedalerà sulla ciclabile Sentiero Valtellina, ricco di storia e cultura, in totale assenza di traffico e di rumore accompagnati soltanto dallo scorrere dell’Adda e dalla sua ricca vegetazione. Una magnifica occasione per dare risalto all’importanza delle strade ecologiche, silenziose e sicure dedicate ai ciclisti, sempre più numerosi e desiderosi di rispetto. All’arrivo ogni “finisher” verrà accolto con un applauso, un abbraccio e una medaglia-ricordo per aver portato a termine questa magnifica e indimenticabile impresa entrando, di diritto, nell’ALBO D’ORO del SOVRANO DELLO STELVIO.

I partecipanti provenienti da altre regioni italiane, e persino dall’estero, pedalando potranno meglio conoscere le bellezze dalla nostra Regione. Infatti….“È andando in bicicletta che impari meglio i contorni di un paese, perché devi sudare sulle colline e andare giù a ruota libera nelle discese. In questo modo te le ricordi come sono veramente, mentre in automobile ti restano impresse solo le colline più alte, e non hai un ricordo tanto accurato del Paese che hai attraversato in macchina come l’hai passando in bicicletta. (Ernest Hemingway).